Area Riservata:    Login  
   
       
   
chi siamo appuntamenti progetti scaffale multiculturale foto dove siamo contattaci
   
     
Esplorazioni
 
Scaffale
 
Archivio Foto
 
Area Riservata
Nome utente:

Password:


 

Narrativa

AA.VV, Weekenders. Racconti UK dal cuore dell’Africa, Mondadori, Milano, 2003. pp. 351. Genere Narrativa Racconti. Africa/ Viaggi/ Irvine Welsh/ Alex Garland/ W.F.Deeds/ Jiles Foden/ Tony Hawks/ Andrew O’Hagan/ Victoria Glendinning. Sei giovani promettenti scrittori britannici piú un famoso gionalista sono stati catapultati in Sudan su iniziativa del Daily Telegraph: dal comfort e dalla modernitá delle loro occidentalissime cittá (Londra, Edimburgo) a un mondo fatto di sperduti villaggi, riti tribali e feroci guerriglieri. Sette racconti che riflettono sette modi diversi di vedere un continente imprevedibile e meraviglioso. N/AAV1

AA.VV. Colombo V. (a cura di ), L’altro Mediterraneo. Antologia di scrittori arabi del Novecento, Mondadori, Milano, 2004. pp.286. Genere: Antologia Racconti. Mondo arabo/ letteratura araba. Un’antologia di racconti, tradotti direttamente dagli originali, che presenta al lettore italiano l’aspetto piú innovativo della letteratura araba del Novecento, attraverso le voci di scrittori dal Magreb al Medio Oriente. Accanto ai nomi piú famosi, come Khalil Gibran e il premio Nobel Najib Mahfuz, sono qui presenti autori e autrici delle nuove generazione. Un ritratto a tutto tondo della societá arabo — musulmana contemporanea. N/AAV2

AA.VV. Cuentos de fùtbol. Mondadori, Milano, 2002. pp190. Genere: racconti. Calcio /Sport / America Latina/ Spagna. Là dove il calcio è poesia e sentimento, era quasi inevitabile che diventasse anche letteratura. Così in America latina, e successivamente in Spagna, gli intellettuali si sono spesso lanciati con entusiasmo alla scoperta di quell’universo inesplorato di passioni popolari che è il gioco del calcio. Testi di Eduardo Galeano, Roberto Bolano, Osvaldo Soriano, M. Giardinelli, Antonio Skarmeta, M. Benedetti. N/AAV3

Ammendola, Clementina Sandra. Lei, che sono io. (Ella, que soy yo). Sinnos, Roma, 2005. pp159. Testo bilingue Spagnolo/Italiano. Genere: Racconti. Storie tratte dall’esperienza vissuta dall’autrice che per necessità si è spostata da una nazione all’altra (e ha due cittadinanze, italiana e argentina).N/AMM1

Bekkar, Ahmed. I muri di Casablanca, Sinnos Editrice, Roma, 2005, pp110. Genere: Narrativa (testo bilingue arabo e italiano). Marocco/immigrazione/integrazione/folklore. Il libro fa parte della serie I mappamondi, libri bilingui scritti da autori immigrati per ragazzi italiani che hanno compagni di scuola stranieri e per ragazzi stranieri che hanno compagni di scuola italiani. Libri ponte tra storie, lingue, tracce di culture diverse. In particolare l’autore riporta vicende personali e anche filastrocche e storie proprie della sua cultura marocchina oltre che ricette tipiche. N/BEK1

Belala, Calixthe. Gli onori perduti. Feltrinelli, Milano, 2005. pp307. Genere: Romanzo. Camerun/ Parigi/ Integrazione. "Sia chiaro: io mi chiamo Saida Benerafa. Non avevo mai lasciato New-Bell Douala n° 5 , fino a quarant’anni o su di lì. Non ero ancora la ragazza di cinquant’anni che appassiona il quartiere di Belleville. Eppure facevo notizia anche allora". Inizia così il racconto in prima persona di Saida a partire dalla nascita negli anni quaranta in Camerun, nel misero ma vivace villaggio soprannominato Cuscus, per concludersi con la scoperta degli affetti più autentici in una città straniera, in una chiassosa e multietnica Parigi. N/BEY1

Bourdain, Anthony, Il viaggio di un cuoco. Feltrinelli, Milano, 2004. pp287. Genere: divulgazione. Celebrato autore dell’ormai famoso Kitchen Confidential, Antony Bourdain si dà al viaggio, interpretandolo naturalmente in chiave gastronomica. Abbandonato il luogo di comando alla Brasserie Halles di New York, l’eclettico cuoco si muove alla ricerca di un cibo eccelso, perfetto, o quasi. Guida impareggiabile, l’autore è curioso, irriverente e trascina il lettore in situazioni insolite che hanno come sfondo Giappone, Messico, Cambogia, Russia, West Coast. N/BOU1

Bryson, Bill. Diario africano. Guanda, Parma, 2003. pp. 88. Genere: racconto autobiografico. Kenia/ Diario di viaggio. Dell’Africa Bill Bryson sapeva davvero poco, e quel poco lo aveva ricavato per lo più dai film. L’occasione per rimediare questa scarsa familiarità con il continente gli viene offerta da un’organizzazione umanitaria, Care international, che gli propone di andare in Kenya a visitare i progetti avviati nel paese e di "scriverci qualche riga". Diario africano è il racconto di questo viaggio: un periodo di incontri inaspettati, inevitabili disavventure, avventure e continue scoperte, dalla miseria delle baraccopoli agli scenari grandiosi della Rift Valley, da misteriosi siti preistorici a piccoli villaggi rurali, in cui la costruzione di un pozzo rudimentale ha cambiato radicalmente la vita degli abitanti. N/BRY1

Cacucci, Pino, La polvere del Messico, Feltrinelli , Milano, 2004. pp 280. Genere: Romanzo . Messico/ viaggio/ indios/reportage. E’ iil romanzo di un viaggio attraverso un paese narrato dalla gente: bevitori incontrati in vivacissime bettole, autisti di squinternate corriere lanciate per migliaia di chilometri tra selve e deserti, meccanici — filosofi e gommisti — antropologi, vecchi indios dalla saggezza velata di ironia, giovani teppisti delle bande metropolitane o allevatori di galli da combattimento che si rivelano custodi di antiche tradizioni. Un caleidoscopio di comparse sullo sfondo di un Messico sornione, sempre pronto ad infiammarsi senza preavviso. N/CAC1

Canetti, Elias, Le voci di Marrakech, Adelphi, Milano, 1983. pp. 126. Genere: Romanzo. Memorie. Viaggio/ Marocco. L’autore soggiornó per un certo periodo del 1954 a Marrakech. Vagando per i suk, per le strette vie dai muri quasi senza finestre, fra cammelli, mendicanti, cantastorie, commercianti e donne velate, Canetti si trovó un giorno in una piccola piazza rettangolare: "davvero in quel momento mi sembró di essere altrove, di aver raggiunto la meta del viaggio. Da lí non volevo piú andarmene, c’ero giá stato centinaia di anni prima, ma lo avevo dimenticato ed ecco che ora tutto ritornava in me. Mentre mi trovavo lí io ero quella piazza. Credo di essere sempre quella piazza." N/CAN1

Carlotto, Massimo. Le Irregolari. Buenos Aires horror tour. E/O, Roma, 2005. pp229. Argentina/ Desaparecido/ Conflitti. Un romanzo basato su fatti e personaggi assolutamente veri che racconta per la prima volta in Italia, in modo completo, documentato e rigoroso, la storia della guerra sporca della dittatura argentina. E racconta anche la battaglia delle donne di Plaza de Mayo. N/CAR1

Divakaruni, Chitra Banerjee, La maga delle spezie. Ed Einaudi, To, 2001,pp.286. Genere : romanzo. India/ tradizioni/ sapori. "La maga delle spezie" é una favola di fragranze, di aromi, di isole arcane, di un amore proibito. E, soprattutto, di una magia che si annida nel piú quotidiano e violento dei mondi possibili. N/DIV1

Fabrica, Rochina. Racconti di favela +DVD by Colors, Mondadori, Milano, 2004. pp 130 Genere: Racconti. + Documentario video Brasile/ Favela/ Rochina/ Rio de Janeiro. Dai resoconti di vita dei protagonisti del documentario, il gruppo di scrittori del dipartimento Creative Writing di Fabrica ha preso le mosse, creando un reportage immaginario, in bilico tra realtá e finzione: cinque storie che si fondono tra loro fino a diventare indistinguibili. N/FAB1

Gallmann, Kuki, Elefanti in giardino, Mondadori, Milano, 2003. pp 246 Genere: Romanzo-Memorie. Africa/ Kenya/ The Gallmann Memorial Foundation. Memorie e ricordi, rievocazioni di colori e immagini. Il mondo scomparso della campagna veneta si fonde cosí alla magia dell’Africa. N/GAL1

Gorge, Don (a cura di). L’ estraneo gentile. EDT, Torino, 2005. pp 200. Genere: Racconti. Storie vere di viaggiatori distratti, incauti o distratti, incauti o sfortunati, intrappolati in situazioni di potenziale pericolo o di emergenza che finiscono bene grazie all’intervento di uno sconosciuto. N/GEO1

Grossmann, David, Qualcuno con cui correre, Mondadori, Milano, 2001. pp.362. Genere: romanzo. Gerusalemme / adolescenza/ amicizia. Assaf é un sedicenne timido e impacciato a cui viene affidato un compito singolare, se non impossibile: ritrovare il proprietario di un cane abbandonato, seguendo l’animale per le strade di Gerusalemme. Correndo dietro il cane il ragazzo giunge in luoghi impensati, di fronte a strani, inquietanti personaggi. E poco a poco ricompone i tasselli di un drammatico puzzle: la storia di Tamar, una ragazza solitaria e ribelle fuggita di casa per salvare il fratello tossicdipendente, finito in una rete di malfattori. E’ la svolta nella vita di Assaf, che ecide di andare fino in fondo, di "correre" con Tamar. N/GRO1

Guccini, Francesco; Macchiavelli, Loriano, Macaroní. Romanzo di santi e delinquenti. Ed. Mondadori, Mi, 1998, pp. 297. Genere: romanzo giallo. Emigrazione/ Italia /Francia/ Avventura. Un romanzo poliziesco ambientato nel mondo degli emigranti italiani in Francia (chiamati prima "macaroní" poi "ritals") nella seconda metá dell’Ottocento e sottoposti ad angherie e persecuzioni di ogni genere.N/GUC1

Kesshavjee, Shafique. Il Re, il Saggio e il Buffone — Il Gran Torneo delle religioni. Einaudi, Torino 1998. pp228. Genere: Narrativa. Religioni/ dialogo religioso/ ebraismo / islam / induismo/ buddismo. L’autore immaina che un sovrano di un paese libero, oppresso da un senso di inquietudine, organizzi il primo Gran Torneo delle religioni. Convoca un ateo, un ebreo, un musulmano, un induista, un buddista affinché si confrontino e discutano le rispettive credenze. E’ possibile arrivare alla verità? Il libro consente di penetrare i contenuti delle religioni più conosciute e nella forma della narrazione tocca i nodi più profondi del dibattito teologico. N/KES1

Lapierre, Dominique, La cittá della gioia, Mondadori, Milano, 2004. pp 485. Genere Testimonianze inchiesta. India/ Calcutta/ Solidarietá/ Povertá. Delusoe e amareggiato sotto il profilo professionale, un gioame medico statunitense lascia il suo paese e va in India, alla ricerca di qualcosa che gli restituisca il senso dell’esistenza. In un inferno di miseria e degradazione, tra i lebbrosi della cittá della gioia, il protagonista riuscirá a riscattarsi. Una lezione di coraggio. N/LAP1

Mazzantini, Margaret, Zorro. Una eremita sul marciapiede, Mondadori,Milano, 2004. pp.66. Genere: Romanzo. Clochard/ Solidarietá/ Integrazione. "I barboni sono randagi scappati dalle nostre case, odorano dei nostri armadi, puzzano di ció che non hanno, ma anche di tutto ció che ci manca. Chi non ha sentito il desiderio di accasciarsi per strada, come marionetta,gambe larghe sull’asfalto, testa reclinata sul guanciale di un muro?" N/MAZ1

Mazzucco, Melania G., Vita. Ed Rizzoli, Mi,2003, pp.397. Genere:romanzo. Immigrazione/Integrazione/ emigranti italiani/America . Vita come nome proprio, ma anche vita come nome comune. Vita é il personaggio portante di una storia piena di storie, che insieme al ragazzo Diamante tenta l’avventura. Dalla provincia di Caserta approdano nella cittá delle occasioni, in cui sbarcano dodicimila stranieri al giorno, in cui gli italiani sono aborriti come alieni surperstiziosi e criminali. I piani del romanzo sono due: quello in terza persona di un capitano della quinta armata venuto a combattere in Italia sul fronte sud, e quello dell’io che va in cerca di documenti e ricordi, di qua e di la’ dall’oceano tra Tufo di Minturno, da dove il racconto comincia e la caotica pensione in Prince Street, nel ghetto italiano di Downtown, dove tutto si intreccia. Il libro ha vinto nel 2003 il premio "Strega". N/MAZC1

McCall Smith, Alexander. Il tè è sempre una soluzione, Guanda, Parma, 2005. pp.222. Genere: romanzo. Africa/Botswana/ giallo/umorismo. Le avventure della signora Ramotswe, simpatica detective del Botswana, sullo sfondo della realtà problematica ma piena di vita del paese africano. Scene comiche e piccoli problemi quotidiani passano sotto lo sguardo bonario della protagonista, mentre sorseggia la sua immancabile tazza di tè. N/MCA1

Nafisi, Aznar, Leggere Lolita a Teheran, Adelphi, Milano, 2003. pp. 379. Genere: Romanzo. Iran/ Rapporto Oriente Occidente/ mondo arabo. Nei due decenni successivi alla rivoluzione di Khomeini, mentre le strade e i campus di Teheran erano teatro di violenze tremende — e qui descritte con la precisione di un testimone partecipe e sgomento -, Aznar Nafisi, insegnante in vari atenei iraniani, ha dovuto cimentarsi in un’ impresa fra le piú ardua e cioé spiegare a ragazzi e ragazze esposti in misura crescente alla catechesi islamica una delle piú temibili incarnazioni dell’Occidente: la sua letteratura. N/NAF1

Ovadia, Moni, L’ebreo che ride. L’umorismo ebraico in otto lezioni e duecento storielle, Einaudi, Torino, 1998. pp. 224. Genere: Narrativa. Ebraismo/ Umorismo. Dio ride. Ed essendosi sconsideratamente eletti come suo popolo gli ebrei non possono che ridere di se stessi. Ovadia ci guida alla scoperta di un umorismo profondamente dialettico che racconta la precarietá e la naturale diversitá di un popolo che nasce esiliato da se stesso e dagli altri, che coltiva le proprie radici ssenza una terra in cui riconoscersi. N/OVA1

Ovadia, Moni. Speriamo che tenga, Mondatori, Milano, 2001. pp.235. Genere: narrativa. Autobiografia/Musica/ebraismo/ teatro/ umorismo. Musicista, drammaturgo e attore, Moni Ovaia racconta con ironia malinconia e leggerezza, sincerità e sfrontatezza, la propria vita. Tra Bulgaria e Italia, e in giro per l’Europa, la storia di un "uomo provvisorio", che guarda il mondo dal punto di vista ironico e sapiente della millenaria cultura ebraica. N/OVA2

Pessoa, Fernando. Lisbona, quello che il turista deve vedere. Passigli, Firenze, 2003. pp110. Genere: Narrativa/guida. Portogallo /Lisbona. Una vera e propria guida turistica di Lisbona, valida ancora oggi, scritta nel 1925 dal più grande scrittore portoghese del Novecento. Scritta originariamente in inglese, questa guida faceva parte di un progetto più ampio e ambizioso che il poeta voleva dedicare al suo paese, rivendicandone il ruolo e l’importanza storica di fronte a un mondo che sembrava averla dimenticata. N/PES1

Racemi, Baya. Nadia, paure e speranze di una donna algerina. Sperling paperback, Cles, 2005. pp182. Genere: Narrativa/intervista. Algeria/Terrorismo/Condizione femminile. L’autrice conosce Nadia mentre cerca di contattare delle donne che fossero vittime del terrorismo. La sua storia è sconvolgente e attualissima. Nadia è moglie di un terrorismo islamico. Dall’euforia iniziale, Nadia passa attraverso la solitudine, la paura, la disperazione e soprattutto, l’impossibilità, o l’incapacità, di uscire dall’inferno del terrorismo. Finchè con una decisione coraggiosa e rischiosa, non si risolve a parlare della sua tragica storia. N/RAC1

Saramago, Josè. Viaggio in Portogallo. Einaudi, Torino,1999. pp504. Genere: Romanzo. Portogallo / Viaggio. "Questo viaggio in Portogallo è una storia. Storia di un viaggiatore all’interno del viaggio da lui compiuto, storia di un viaggio e di un viaggiatore riuniti nella fusione ricercata di colui che vede e di quel che è visto… Prenda il lettore le pagine che seguono come sfida e invito. Faccia il proprio secondo un proprio progetto, presti minimo ascolto alla facilità degli itinerari comodi e frequentati, accetti di sbagliare strada e di tornare indietro,o, al contrario, perseveri fino a inventare inusuali vie d’uscita verso il mondo. Non potrà fare miglior viaggio." N/SAR1

Scheurmann, Erich (a cura di), Papalagi. Discorso del capo Tuiavii di Tiavea delle Isole Samoa, Stampa Alternativa, Roma, 2002, pp.73. Genere: Romanzo. Oceania/ etnologia. Tuiavii, un saggio capo indigeno delle isole Samoa compié un viaggio in Europa agli inizi del Novecento venendo a contatto con gli usi e i costumi del Papalagi, l’uomo bianco. Un trattato etnologico esilarante e atroce sulle perversioni e i falsi miti dei bianchi. N/SCH1

Sepulveda, Luis. La frontiera scomparsa. Tea, Milano, 2004. pp. 125. Genere: Romanzo. Siamo nel Sud America degli anni Settanta, in una terra scossa da venti rivoluzionari e da fremiti di libertà. C’è un giovane, il protagonista dei sette racconti che compongono questo libro, che parte per un lungo viaggio. Un viaggio tortuoso alla ricerca delle proprie radici europee, ma anche alla scoperta di quella frontiera scomparsa, ch eun tempo portava ai confini del mondo, nel paese della felicità e dell’utopia. Nell’impresa di questo viaggiatore solitario non è difficile riconoscere tracce della vita di Luis Sepulveda. N/SEP1

Smith, Zadie, Denti bianchi, Mondadori, Milano, 2004.pp553. Genere: Romanzo. Integrazione/ Amicizia/ Appartenenza/ Libertá. Protagonisti di questo romanzo sono due grandi amici, l’inglese Archie e il bengalese Samad. L’incontro scontro tra le diverse culture, in una Londra dove l’estremismo é all’ordine del giorno,produrrá effetti tragicomici non meno che devastanti. Un romanzo d’attualitá sull’eterna lotta tra desiderio di libertá e bisogno di appartenenza.N/SMI1

Stella, Gian Antonio, L’orda.Quando gli albanesi eravamo noi., RCS, Milano, 2005. pp. 307. Genere Storia , Testimonianze. Integrazione/ Emigrazione/ Emigranti Italiani/ Immigrazione/ America. . Un libro per non dimenticare come l’arrivo dei nostri emigrati, coi loro fagotti, le loro donne, i loro bambini, venisse accolto con lo stesso urlo che oggi campeggia sui nostri muri. Lo stesso urlo, la stessa parola. Orda. Una ricostruzione ricca di fatti personaggi, aneddoti e documenti. N/STE1

Terzani, Tiziano. Un altro giro di giostra. Longanesi, Milano, 2004. pp578. Genere: Romanzo autobiografico. Viaggo/ Malattia/ Intercultura/ Asia/ America. Viaggiare è sempre stato per Tiziano Terzani un modo di vivere così, quando gli viene annunciato che la sua vita è in pericolo, mettersi in viaggio alla ricerca di una soluzione è la sua risposta istintiva. Strada facendo prende appunti. Da una lunga permanenza a New York a un lungo girovagare per l’India, Thailandia, Tibet, Cina Terzani ci coinvolge nei diversi modi di affrontare le difficoltà, la malattia e ci apre anche gli occhi sulle molteplici contraddizioni del nostro tempo. Nel silenzio di una grandiosa natura, Terzani arriva alla conclusione che si tratta soprattutto di essere in armonia con l’universo e con se stessi. La cura di tutte le cure è quella di cambiare punto di vista, di cambiare se stessi e con questa rivoluzione interiore dare il proprio contributo alla speranza di un mondo migliore. N/TER1

Theroux, Paul, L’ultimo treno della Patagonia. Baldini Castoldi Dalai editore, Milano, 2005. pp. 427. Genere: Romanzo. America Meridionale/ viaggio/ Argentina. Un treno vecchio e cigolante ha portato Paul Theroux ai confini del mondo, nell’ultimo tratto di un lungo viaggio iniziato mesi prima a Boston e proseguito a zig zag per tutto il continente americano. N/THE1

Wright, Richard, Ragazzo negro, Einaudi, Torino,1994.pp.324. Genere: Romanzo. America/ Discriminazione. Un racconto aggrappato alla realtà, "vissuto alla giornata": la lenta maturazione d’un giovane solo e arrabbiato, avido di conoscere, affamato di parole e di libri. Ragazzo negro, quasi un romanzo di formazione, é l’autobiografia simbolica di Richard Wright, scrittore nero nativo del Mississipi, dapprima sguattero, spazzino, spalatore, poi impiegato delle poste, agente di assicurazioni, disoccupato, infine narratore di brevi racconti pagati pochi dollari a cartella. L’esperienza di vivere nelle cose, scoprire le parole come arma di liberazione: il coraggio di progettare la propria esistenza proiettandola verso il viaggio dell’utopia come una scelta di fuga che non é più passiva sconfitta. N/WRI1

Yue, Ji. L’aquilone bianco. Sinnos, Roma, 2005. pp.159. Testo bilingue Cinese / Italiano. Genere:Racconti. N/YUE1






Siti web Sansepolcro